Per raggiungerci
Partner in Ucraina

Notizie in mass media

La sera donna sul canale "5": madre a nolo. Maternitа surrogata.


San Pietroburgo – Il canale 5.
Il rappresentante: Konstantin N. Svitnev.
La data: 2007
"????????? - ????? ?????"

Il condutore (Alexander Stroev): Qual’è la madre? Quella che l’ha partorito o quella che l’cresciuto?

La condutrice (Natalia Antonova): è difficile distinguerlo, ma è chiaro chi è  il padre.

La condutrice: Ogni donna cerca di diventare madre. Per qualcuno questa strada è facile, per qualcuno è piena di ostacoli.

Il condutore: Il soggetto della nostra puntata è “Madre a nolo. Maternità surrogata”. Vorrei presentarvi i nostri ospiti. Marina Vlasova, professore e medico. Larisa Andreeva, astropsicologo. Anastasia Melnikova, attrice. Il presidente dell’Associazione di riproduzione umana, Vladislav Korsak. Konstantin Svitnev, legale, esperto della Società Europea di riproduzione ed embriologia umana. La nostra protagonista si chiama  Lubov’, madre di tre figli, che ha deciso di guadagnare soldi per la sua famiglia prendendosi il ruolo di madre surrogata.

La condutrice: Buona sera, Luba! Perché ha deciso di diventare madre surrogata?

Lubov’: Non abbiamo un appartamento nostro. Da 16 anni abbiamo affitato appartamenti diversi. Quindi, ho deciso di aiutare al mio marito a guadagnare i soldi per comprare un appartamento.

La condutrice: Dove ha sentito del questo modo esotico di guadagnare i soldi?

Lubov’: Alla TV e ho dato un annuncio sull’Internet.

La condutrice: Ne ha consiglato con il Suo marito?

Lubov’: Certo, gli ci ho accennato. Mi ha detto di no. Mi ha proibito di pensarci.

Il condutore: C’è il Suo marito qui.

Vasiliy: Ero scioccato, ma proprio in quel momento i padroni dell’appartamento ci hanno chiesto di trovarne un altro. Ero disperato e ho dato il mio consenso alla sua richiesta di diventare madre surrogata. Non sapevo alle conseguenze.

La condutrice: Luba, ha trovato i clienti nell’altra città. Lei è venuta da loro?

Lubov’: Sono venuti da me. Non abbiamo concluso nessun accordo. Mi hanno detto che l’accordo non ha nessuna potenza, che maternità surrogata commerciale è proibita  e, comunque, non c’è bisogno di preparare un accordo.  Sono rimasta incita dal primo tentativo. L’embrione era 10 mm. Poi provavo dolori fortissimi, era gravidanza extra uterina.  Mi hanno interotto la gravidanza ed estratto la tube uterina.

La condutrice: Come hanno reagito i clienti?

Lubov’: li chiamavo, li mandavo SMS, ma non mi rispondevano. Abbiamo concluso la nostra comunicazione in questo modo.

La condutrice: Ho una domanda a Konstantin Svitnev. Lubov’ aveva il diritto di chiedere il risarcimento materiale?

Konstantin Svitnev: Si, aveva il diritto assoluto di chiedere il risarcimento ed il compenso. Ma, purtroppo, quando i genitori e le madri surrogate cercano l’uno l’altro sull’Internet non c’è nessuna garanzia che la situazione del genere non succede. Certamente, dovreste concludere un accordo che prevede tutte le situazioni possibili. È documento a 10-12 pagine che difende i diritti della madre surrogata e quelli dei genitori. Non è possibile prevedere tutte le occasioni che possono accadere durante la realizzazione del programma di maternità surrogata.

Il condutore: I genitori sono responsabili della salute della madre surrogata?

Konstantin Svitnev: Qualsiasi gravidanza ha tanti rischi per la salute della madre surrogata. Rischio raddoppia quando si tratta della gravidanza via FIVET. La madre surrogata si prende tutta la responsabilità della sua saluta e di quella del bambino. Se il vostro accordo è preparato dal legale professionale, c’è inclusa la resposabilità dalla parte dei genitori in ogni occasione separata.

La condutrice: Luba ha detto che non aveva concluso un accordo perché maternità surrogata a commercio è proibita in Russia.

Konstantin Svitnev: La hanno semplicemente imbrogliata. Maternità surrogata a commercio è davvero proibita in alcuni paesi, sopratutto in Gran Bretagna, Canada, Australia. Ma non in Russia. La maternità surrogata è assolutamente legale nel territorio di Russia e si regola dal Codice di Famiglia di RF, dalle legge sugli atti del stato civile,  dalla legislazione sulla sanità. L’ultima dice in modo diritto che ogni donna adulta ha il diritto della fecondazione artificiale e l’impianto degli embrioni. Alla fine del programma di maternità surrogata la madre surrogata dà il suo consenso all’inscrivimento dei genitori genetici nel certificato di nascita del bambino e ha il diritto del compenso.

Spettatore 1: Ho una domanda al legale. Hanno daneggiato alla salute della nostra protagonista. Può chiedere il risarcimento morale e quello materiale se adisce le vie legali?

Konstantin Svitnev: Se riesce a provare che la salute era dannegiata dal specialista della clinica dove il programma era realizzata si può chiederli sicuramente.

La condutrice: Potrebbe aiutare alla nostra protagonista Luba che ha deciso di diventare madre surrogata a causa della sua povertà?

Konstantin Svitnev: Il nostro studio legale ha programmi per cittadini poveri, presta senza nessun pagamento  consulenza legale e difende interessi di persone che hanno problemi nell’ambito di maternità surrogata.

Una madre surrogata: Avevo un’idea fissa, mi interssava tanto. La  prima esperienza di maternità surrogata mi è piaciuta tanto. E capivo che non potevo partorire un bambino per se stessa a causa dei problemi finanziari. Ma lo volevo molto. Ho cominciato a cercare clienti.  All’inizio sull’Internet. Poi mi ha trovato una donna che se ne occupava a San Pietroburgo. Collaborava con una clinica molto seria. Tutti i miei problemi sono stati risolti. L’ho fatto perché avevo bisogno di soldi. Era il mio lavoro e mi piaceva. Mi piaceva la donna per cui portavo in seno una bambina. Ha cominciato a piangere quando ha visto la prima ultrasonografia.

Ho un certificato dov’è scritto che mi hanno impiantato l’embrione fecondato in vitro. Ho concluso un accordo con i genitori genetici. C’è un paragrafo dove si tratta della riservatezza dei dati. Nel accordo si dice che devo avere un regime d’allimentazione, essere piena di salute, avere un compenso di 15 000 dollari.

Anastasia Melnikova: Abbiamo guardato una revista con la persona che dice : “Non c’é niente di strano. É il mio lavoro. Ho guadagnato i soldi.” Non posso capirlo. Io cercherei altri modi da guadagnarli. Non do il mio bambino a nessuno sia io sono madre genetica o no.

Konstantin Svitnev: Prima di tutto, la madre surrogata porta in seno non il suo bambino. Lei è “bambinaia” a cui i genitori consegnano il loro bambino per 9 mesi. È impegno magnanimo, pieno di  responsabilità, il più delicato, ma è lavoro. Qualcuno non può portare in seno un bambino, qualcuno ce lo fa. C’è qualcosa di male? Se una donna parte un bambino dopo l’atro per una coppia che non può avere figli, per esempio, come lo fa Carol Horlock di Gran Bretagna che ha partorito 9 bambini e ha un buon compenso. È fuori alcune lode.

Il condutore: Quanto costa? Tenuto conto i medicamenti, allimentazione ...

Konstantin Svitnev: Il compenso alla madre surrogata è 300-500 milla rubli. Ma qualcuno può chiedere 75 000 dollari o un appartamento a 3 stanze a Mosca o a San Pietroburgo. Se ai genitori lo va, perché no? Non esiste un prezzo in generale, la nascita del bambino è un regalo prezioso. Ogni paga quanto può pagare. In fatti, all’estero, sopratutto negli Stati Uniti,  il compenso alle madri surrogati è 10-15 milla dollari che è meno di quello in Russia.

Spettatore 1: Ho una domanda. L'accordo prevede solo un bambino, ma poi viene fouri che ce ne sono due o tre. Questo significa che il compenso alla madre surrogata si deve aumentare o cancellare il programma? A chi appartengo i bambini nel questo caso?

Konstantin Svitnev: Se l’accordo è concluso con l’assistenza del legale professionale tutte le occasione del genere devono essere previste. Se è nato più di un bambino la madre surrogata riceve un pagamento fissato addizionale. Di solito, impiantano 2-3 embrioni all’utero della madre surrogata. È naturalmente che  si possa ragiungere la gravidanza gemellare o tregemellare in 40%  dei casi. I genitori lo sanno e ci danno il loro consenso. È  regalo prezioso che compensa gli anni di sterilità e la migliore soluzione del problema demografica.

Il condutore: Come capisco io la madre surrogata rinuncia ai suoi diritti materni...

Konstantin Svitnev: No, assolutamente non è vero. Non si può rinunciare a quello che non ti appartiene. Forse questo è possibile in altri paesi, ma non nel nostro. Secondo il Codice di Famiglia di RF la madre surrogata firma il consenso all’inscrivimento dei genitori genetici nel certificato di nascita a qualità di genitori del bambino partorito da lei. Se la madre surrogata non lo dà verrà considerata come la madre del bambino tenuto conto dei tutti i diritti civili e giuridici.  È assolutamente incorretto e non si corrisponde all’oggetto dell’accordo.

Il condutore: Forse lo sapete che molti paesi all’estero, sopratutto Germania, proibiscono maternità surrogata.

Vladislav Korsak: Quindi, la società pensa che maternità surrogata debba essere proibita. Io penso al contrario. È nato un bambino. Che cosa ha la società a che fare con il modo della nascita di quel bambino? È affare privato delle persone che partecipano al questo programma. Ogni caso è individuale. Noi abbiamo alcuni mille decine dei programmi di maternità surrogata nella nostra clinica.

Konstantin Svitnev: Sono assolutamente d’accordo con il Signor Korsak. Nessun può  limitare il diritto di procreazione delle altre persone, nessun  può decidere se loro possano avere  figli o no e destinarle alla vechiezza senza famiglia. A chi fanno bene questi proibizioni ipocrite? Quanto riguardo ad ipocrisia – vorrei sottolineare che Germania che proibisce maternità surrogata a causa dell’immoralità ha legalizzato prostituzione dal 2002 ed il fattorato dei club è circa 5% dal PIL.

Il condutore: Potrebbe dirci quale qualità dovrebbe avere una madre surrogata prospettiva?

Vladislav Korsak: Madre, moglie per cui la sua famiglia e il suo benestante sono molto importanti. La cosa più importante è sacrificio, la voglia di rischiare per migliorare le condizioni di vita della famiglia e fare i bambini felici.

Il condutore: Qualli requisti ci sono per diventare madre surrogata?

Vladislav Korsak: La madre surrogata dev’ essere saluta, avere i bambini. Il rischio di perdere la capacità di riproduzione  e di avere figli in futuro è abbastanza alto.

La condutrice: Cosa dovrebbe sapere la madre surrogata?

Vladislav Korsak: La madre deve sapere rischi. Sono dottori che ne debbano informarle.

La condutrice: Ammiriamo quello che possono fare i nostri medici oggi, ma il medico non può fare il tutto. Se è nato un bambino con qualche tara?

Vladislav Korsak: Non si deve decidere chi è responsabile? È responsabilità dei genitori genetici. In ogni caso, la legge  prevede l’opportunità di rinunciare al bambino con tara.

Il condutore: Marina, ci dica, per favore, in che modo la salute del bambino prospettivo è legato alla quella della madre?

Marina Vlasova: Certamente c’è una legame perché durante la gravidanza il bambino si trova nell’organismo della madre. Quindi, non possiamo separare le cose genetiche e le gose legate con la gravidanza.

Il condutore: é possibile che il bambino abbia qualche tratti genetici della madre surrogata?

Marina Vlasova: La genetica ed i fattori genetici sono cose che il bambino potrebbe eredire via FIVET.

La condutrice: Ho una domanda al nostro ospite-legale. C’è una garanzia che la madre surrogata è costretta di lasciarsi il bambino senza nessun compenso?

Konstantin Svitnev: Se i genitori e la madre surrogata si sono rivolti allo studio legale professionale e noto hanno la garanzia assoluta del sucesso del loro programma, la garanzia dei loro diritti difesi. L’oggetto dello studio legale è stabilire la bilancia ragionevole dei diritti delle parti interessati.  Tutti i pagamenti si versano via lo studio legale. Se i genitori spariscono la madre surrogata riceve lo stesso il suo compenso.

La condutrice: E quello possiamo considerare come assicurazione?

Konstantin Svitnev: Si, assicurazione contro imbroglio, contro il cambiamento delle condizioni di vita. Nel questo caso i diritti della madre surrogata sono difesi. Anzi, nel contratto dev’essere indicata la persona che si prende la cura del bambino se qualcosa succede ai genitori.

La condurtrice: La cosa importante è non fare gli sbagli che ha fatto Luba.




??????: +7 495 225 5595, ?????-?????????: +7 812 448 4717, E-mail: info@jurconsult.ru
Altre lingue

A partire dal 1 agosto 2007 la compagnia "Rosjurconsulting" è membro dell'Unione dei Legali di Mosca.

È stato elaborato dai legali della compagnia "Rosjurconsulting" un disegno di legge in materia di procreazione medicalmente assistita e garanzie dei diritti riproduttivi dell'uomo. Invitiamo sia professionisti in medicina, etica e diritto che il pubblico internazionale a prendere parte alla discussione di questo documento.

Rosjurconsulting in
Tweeter
LiveJournal
Come raggiungerci
A Mosca
+7 495 225 5595
A San Pietroburgo
+ 7 812 448 2450
Societá partner a Kiev
+38 044 528 51 51
E-mail:
info@jurconsult.ru

Rambler's Top100