Per raggiungerci
Partner in Ucraina

Notizie in mass media

La nota giuridica


Il canale 3
Il rappresentante: Konstantin V. Svitnev
La data: 2008
La conduttrice: Natalia Barschevskaya
3 ?????


N.B.: Ogni anno nel mondo contemporaneo si aumenta la quantità di coppie sterile. In Russia da 15 anni funziona la legge: "Ogni donna adulta ha diritto d'inseminazione artificiale e d'impianto di embrione. Cosa significano i programmi di maternità surrogata? In che modo sono regolati i diritti di una madre surrogata e quelli di genitori genetici. Vorrei discuttere dei punti medici, legali ed etici con i nostri ospiti: la candidata delle scenze mediche, ginecologa del centro delle tecnologie di riproduzione assistita Oksana Gaivoronskaya e l'esperto della Società Europea di Embriologia e Riproduzione umana, il direttore dirigibile dello studio legale "Rosjurconsulting" Konstantin Svitnev.

Konstatin, vi dica in due parole, per favore, dell'ambito di cui si occupa e qualli problemi ci sono.

K.S.: Il nostro studio legale si occupa di un nuovo ambito del diritto di famiglia, cosidetto il diritto di riproduzione. Ci vuol dire che ci occupiamo del gruppo di problemi connessi con la realizzazione del diritto di procreazione. Non molti possono realizzarlo nel modo tradizionale. Sono costretti a rivolgersi alle tecnologie di riproduzione assistita ed all'aiuto di medici che sanno applicare queste tecnologie.

È un nuovo ambito del diritto di famiglia e ci sono molte domande. Il primo: chi può rivolgersi ai servizi di una madre surrogata? Per esempio, nel Codice di Famiglia si tratta di coniugi. Non si dice niente di persone single. Questo significa che genitori-partecipanti del programma di maternità surrogata devono essere sposati nel momento della registrazione del loro bambino partorito di una madre surrogata, altrimenti loro non verrano inscritti nel certificato di nascita al qualità di genitori. Questa situazione significa che genitori single che si rivolgono a medici-riprodutologi devono e possono ricevere l'assistenza.

Ma c'è una altra difficolta. La legislazione di RF sulla salute dei cittadini dica che ogni donna adulta può rivolgersi a medici-riprodutologi per realizzare il suo diritto di procreazione. Ma ci vogliono alcuni indicazioni medici da realizzare il programma di maternità surrogata.

N.B.: Se una donna non può avere i figli può usare le tecnologie di riproduzione. Ma se semplicemente non vuole partorire?

K.S.: Succede nella nostra vita. Immaginiamo una situazione: una donna lavora troppo, ha un posto molto impegnativo e non può perdere mezz'anno della sua vita. Non ha mica voglia di provare stress connesso con il parto del bambino. Se si rivolge all clinica di riproduzione per partecipare al programma di maternità surrogata la sua richiesta verrà rinuncita perché non ha indicazioni mediche speciale.

N.B.: Oksana, potrebbe raccontarvi che succede in caso del genere in realtà?

O.G.: Lo potrei spiegare dal punto di vista del medico. La legge numero 67 del 2003 del Ministero della salute umana regola indicazioni mediche che permettono di partecipare al programma di maternità surrogata. Ci sono incapacità fisica di partorire un bambino o quella somatica che possono aggravare il stato della salute della donna. Ci sono donne che non vogliono portare in seno un bambino. In questo caso abbiamo un colloquio psicoterapeutico con lei.

N.B.: Non funziona.

O.G.: Non sono d'accordo con Lei. Funziona in 90% dei casi. Riguardo la legge del Ministero della salute non possiamo permettere alla questa donna di partecipare al programma di maternità surrogata. Ma dall'atro punto di vista non trasgressiamo la legge se la permettiamo di farlo. Comunque si può risolvere il problema un modo o in altro. Una donna all'età di 35 anni potra avere controindicazioni al parto. Certamente non solo legali, ma medici vogliono aiutarla.

N.B.: Non sono sicura. In che modo si regolano i rapporti tra i genitori e la madre surrogata? Che accordi concludono? Quando li concludono?

O.G.: Prima di tutto è un contratto del fatto che la madre surrogata porta in seno un bambino per i genitori genetici. Si deve firmarlo prima della realizzazione del questo punto medico nella clinica.

N.B.: Funziona fino al periodo quando la madre surrogata rinuncia ai suoi diritti materni?

K.S.: Non ci rinuncia. Dà il suo consenso al inscrivimento dei genitori nel certificato di nascita. Non si può rinuciare a quello che ti non appartiene. La madre surrogata è un tipo di bambinaia a cui i genitori danno il loro bambino per 9 mesi.

N.B.: Anche si chiamano incubatrice. Una parola un po' feroce.

K.S.: é molto feroce. Offensiva. "Bambinaia", "nutrice" sarebbero meglio.

N.B.: Non importa. Mi sembra un impegno magnanimo. Una donna che porta un bambino in seno fa un'azione eroica. Eppure per il compenso. Consideriamo il punto giuridico. K.S.: Il contratto regola i doveri dei genitori tipo l'alimentazione della madre surrogata durante la gravidanza e il sistema di pagamenti. Di solito contratti prevedono il pagamento per alimentazione, vistiti, allogio della surromadre.

Anche il contratto regola i doveri della madre surrogata tipo il regime della vita, un allogio nel posto indicato dai genitori.

N.B.: Che cosa succede se la madre surrogata non dà il suo consenso dopo la nascita del bambino?

K.S.: è un punto importante. Se non lo dà, diventa la sua madre con tutti i diritti e i doveri civili e legali.

N.B.: Ma non è la sua madre genetica.

K.S.: Diciamo che ci sono paesi in cui la legge protegge i diritti dei genitori genetici meglio che in Russia. Ma la nostra legislazione è più elaborata e prevedente della questa di Europa Occidentale. Ci maternità surrogata è proibita e contratti non funzionano. In Europa Orientale maternità surrogata non si regola escluso Estonia dov'è proibita. Negli Stati Uniti maternità surrogata esiste in alcuni stati, in alcuni non si regola, in alcuni è proibita. Arkansas, Florida, Califronia la concedano. Hanno la legislazione più progressiva nell'ambito delle tecnologie di riproduzione e il contratto ha un potere più forte.

N.B.: Ditevi, per favore, se c'erano i casi quando la madre surrogata non dava il suo consenso?

O.G.: Lavoriamo in quell'ambito da 10 anni. Non abbiamo avuto casi di quel genere.

K.S.: In Russia non c'era un caso quando la madre ha rinunciato a consegnare il bambino ai suoi genitori. I casi che discuttato in mass media o sull'Internet sono successi molti anni fa e non nel nostro paese.

N.B.: Come si regola il compenso?

K.S.: Si regola in modo individuale. Come lo accordano i genitori e la madre surrogata. Come si vede la questione non ha prezzo. La nascita del bambino è un regalo prezioso e ognuno lo valuta come gli pare.

O.G.: Il ruolo della madre surrogata potrebbe effettuarsi da una parente, sorella, madre. In questo caso il compenso ha un'altro prezzo.

N.B.: Comunque, si conclude un accordo?

K.S.: La legge non vi costretta a concludere un accordo, ma ve lo raccomanda. Se un accordo non è concluso sarebbero inevitabilmente tante questioni durante il programma. Ma per concluderlo vi raccomandiamo di rivolgersi all'assistenza dei legali.

N.B.: Ci sono punti etnici?

O.G.: Non ce ne sono perché la realizzazione del programma si è diventata la norma. Non ha nessun problema etnico.

N.B.: Ottenendo dati per il programma ho letto che una madre surrogata si era trasferita all'altra città per nascondere il suo stato. Forse la nostra società non accetta maternità surrogata? Konstantin, ha incontrato i casi del genere?

K.S.: Si, li abbiamo incontrati. Penso che una parte della nostra società non la accetti. Pensano che le madri surrogate diano i suoi bambini ad altre persone o li vendano a sconosciuti. Non hanno la compresione completa della situazione cosi importante.

N.B.: Le coppie infeconde sono quelle che non possono fecondare un bambino per più di anno?

O.G.: Giusto, secondo all'Organizzazione mondiale della sanità.

K.S.: Si pensa che solo maternità surrogata possa aiutare in 20-30% dei casi. Vuol dire che il prezzo della questione è millioni e millioni di persone che possono provare la felicità di essere madri o padri con l'assistenza delle madri surrogate.

Molte persone hanno bisogno della madre surrogata. Possono rivolgersi al centro medico dove gli aiutano sceglire una madre surrogata e ai legali che si occupano della parte giuridica.

N.B.: Quanto tempo ci vuole per la parte giuridica?

K.S.: Ne vuole poco. Ne vuole tanto solo per la parte medica del programma.

O.G.: Se può raggiungere la gravidanza dal 1-2 tentativo ci vuole circa mezz'anno per la parte medica. Dobbiamo sottoporrere a una visita medica la madre surrogata che ci consiglia lo studio legale o i genitori, effettuare il programma FIVET faccendo tutte le preparazioni prima.

N.B.: Infatti, persone educati e civilizzati devono accettare maternità surrogata che aiuta risolvere problemi ed evitare la tragedia. Se c'è un problema del genere maternità surrogata diventa l'unica soluzione.

Altre lingue

A partire dal 1 agosto 2007 la compagnia "Rosjurconsulting" è membro dell'Unione dei Legali di Mosca.

È stato elaborato dai legali della compagnia "Rosjurconsulting" un disegno di legge in materia di procreazione medicalmente assistita e garanzie dei diritti riproduttivi dell'uomo. Invitiamo sia professionisti in medicina, etica e diritto che il pubblico internazionale a prendere parte alla discussione di questo documento.

Rosjurconsulting in
Tweeter
LiveJournal
Come raggiungerci
A Mosca
+7 495 225 5595
A San Pietroburgo
+ 7 812 448 2450
Societá partner a Kiev
+38 044 528 51 51
E-mail:
info@jurconsult.ru

Rambler's Top100